Newsletter della Giunta comunale Ottobre 2020

Mensile del Comune di Massa
Registrazione Tribunale di Massa
Num. R.G. 111/2017; Num. Reg. Stampa 1
Direttore Responsabile: Daniela Lori


 CRONACHE

Piano del commercio. Approvato nel Consiglio del 26 ottobre  il "Regolamento per la valorizzazione dei luoghi del commercio nel centro storico e cittadino".
"
Ci stavano lavorando da oltre un anno - ha detto il sindaco Persiani mai fatto a Massa un lavoro del genere".
Il Regolamento per il commercio  varato dal Consiglio raccoglie una serie di provvedimenti per regolare il tessuto economico-commerciale ma anche estetico della città oltre a prevedere premialità e sostegni alle imprese, nuove ed esistenti.
Promosso dall'assessore Paolo Balloni  per il settore delle Attività Produttive il lavoro ha ricevuto anche il voto favorevole dei consiglieri del Pd.
Punti cardine del Piano sono la divisione della città in aree; la previsione di incentivi economici per le imprese del settore; l'individuazione di criteri di qualità  e di canoni estetici per insegne, vetrine ed infissi; la messa al bando di alcune tipologie di attività per il centro storico cui fanno da contraltare i riconoscimenti per le Botteghe storiche e le Botteghe storiche di pregio.
Il documento è composto da un elaborato cartografico nel quale sono individuate 8 aree che complessivamente racchiudono il centro storico ed il centro città ed un Regolamento di 69 articoli divisi in 13 titoli. Per ciascuna delle aree individuate nella cartografia, vengono definite le tipologie merceologiche vietate perché ritenute incompatibili con l'esigenza di tutelare le tradizionali peculiarità culturali ed ambientali e le prescrizioni relative ai locali commerciali in materia di vetrine, infissi, tende ed insegne stabilendo per ciascuna di esse colori, tipologie ed altre caratteristiche. Questi gli aspetti principali del Piano:
AREE - La città è stata divisa in macro e in micro aree. Centro storico e piazze al cui interno è individuato anche il  centro storico cybeo, il centro cittadino Guglielmi, il centro cittadino Garibaldi, la zona  Rocca Malaspina, quella lungo Frigido e Viali, poi Cervara e Borgo del Ponte. Le microaree riguardano le gallerie Da Vinci, Michelangelo, Sanzio e la zona del mercato coperto. Ciascuna area ha specifiche norme di riferimento.
INCENTIVI - Sono previsti contributi a fondo perduto per finanziare la svolta estetica,  l'apertura di nuove attività, per adeguamenti al Piano e per ristrutturazioni.  Si regolarizzano anche i tempi per le domande che andranno fatte a febbraio o luglio mentre l'assegnazione del contributo avverrà secondo l'ordine cronologico delle domande e fino all'esaurimento del fondo che ogni anno il Comune si impegna a stanziare. Il singolo contributo, variabile a seconda della fattispecie d'intervento proposto,  andrà da un minoimo di 4mila ad un massimo 6mila euro e potrà riguardare lavori da compiere previa polizza fideiussoria o lavori già svolti nell'anno della domanda.
ATTIVITA' non ammesse - Per rendere più omogeneo il tessuto commerciale il Regolamento dispone che certe tipologie di attività non potranno aprire in determinate zone. Sono più stringenti  i vincoli per il centro storico dove si vietano espressamente  attività che per struttura, modalità di esposizione o catalogazione della merce, non sono compatibili con il tessuto tradizionale locale.
CRITERI DI QUALITA' - Per aprire nuove attività nelle zone centro storico e piazze, centro storico cybeo, Rocca Malaspina e Borgo del Ponte bisognarà raggiungere un  punteggio minimo sulla base di criteri oggettivi che rispecchiano i servizi offerti. I punti si  potranno ottenere, ad esempio, con adeguamenti alle normative per disabili, con l'insonorizzazione del locale, con l'impegno ad utilizzare e vendere prodotti locali o a non istallare macchinette per giochi a scommesse.
CANONI ESTETICI - Si tratta di vincoli sui colori e i materiali utilizzati per insegne, vetrine, infissi e tendaggi con l'idea di rendere omogeneo l'aspetto complessivo delle realtà commerciali inserite in una determinata area.
ALBO BOTTEGHE "storiche" e " storiche di pregio"  - Si tratta di un registro  in cui inserire attività durature nel tempo che si distinguono per il pregio degli arredi, per la specialità merceologica trattata o per non aver cambiato sede negli anni d'attività. Una volta riconosciute queste botteghe saranno iscritte all'apposito Albo e potranno godere di sgravi fiscali sulle  imposte comunali come Tari , Cosap e Pubblicità.
"L'amministrazione del sindaco Francesco Persiani - ha commentato il capo di Gabinetto Daniele Pepe - ha concretizzato questo risultato con l'obiettivo di combattere la desertificazione commerciale ed accompagnare le attività verso un rilancio organico e strutturato Sono previste premialità  -  spiega infatti  Pepe- a seguito dell'impegno ad essere "No Slot", a migliorare in materia di risparmio energetico ed insonorizzazione i locali, per interventi d'accessibilità ai diversamente abili ed altro. Per supportare il commercio vengono stanziati contributi a fondo perduto da un minimo di 4mila euro ad un massimo di 6mila sia per le attività esistenti che per l'apertura di nuove attività che possono essere utilizzati per adeguare i locali alle indicazioni del regolamento ed anche per ristrutturazione degli stessi o per acquisto di beni strumentali alle attività".
Per il sindaco Persiani "l'approvazione di questo regolamento rappresenta un risultato raggiunto che rientra nell'opera di valorizzazione dei luoghi del commercio, del centro storico e del centro città, che è uno degli obiettivi del nostro mandato. Contiamo infatti, grazie a questo strumento, di poter sostenere il commercio invertendo la tendenza degli ultimi anni" . "Siamo tra i primi comuni in Toscana a dotarsi di questo strumento a supporto del Commercio" conclude l'assessore Balloni .


Al via i lavori di Salt per l’installazione delle barriere antirumore lungo l’autostrada
Sono iniziati questo ottobre i lavori per l’installazione di barriere per la mitigazione acustica lungo la rete autostradale A12 nel territorio di Massa.
Si tratta di un impegno che Salt, Società autostrada ligure toscana, aveva assunto da tempo verso il comune di Massa e che l’amministrazione del sindaco Persiani ha più volte sollecitato facendosi carico delle istanze dei cittadini costretti da anni  a convivere con i disagi derivanti dai rumori del traffico 
Le barriere sono infatti necessarie a ridurre il rumore ambientale, ovvero i livelli di inquinamento acustico legati al transito veicolare .
L'intervento è stato programmato, per un primo tratto, a partire dal 19 ottobre.
Della questione si sono interessati il sindaco Francesco Persiani e l’assessore Marco Guidi, con delega ai Lavori pubblici e Viabilità, che già dallo scorso anno hanno avuto numerosi confronti con i responsabili dell’azienda.
L’emergenza sanitaria ha generato notevoli allungamenti nelle tempistiche previste ma l’attenzione dell’amministrazione è sempre rimasta alta”, dichiarano in una nota stampa.  “Pur essendo un intervento di competenza di Salt - scrivono -  lo abbiamo seguito e sollecitato sapendo quanto sia atteso dalla città ed in particolare da tutti coloro che abitano in quelle zone e che da anni lamentano l’inquinamento acustico. Ci siamo presi un impegno per il miglioramento della qualità della vita e lo portiamo a termine grazie alla società autostradale”.
Il  primo lotto di lavori è denominato “Massa 20” e “Massa 21”  nella carreggiata sud a partire dallo svincolo di Massa fino all’altezza di viale Roma; un secondo lotto “Massa 11” è programmato per la seconda settimana di novembre e riguarderà la carreggiata nord dell’autostrada dal casello autostradale fino ad Avenza, andando a coprire l’area di Ricortola. Per ulteriori lavori di installazione delle barriere di mitigazione acustica, “Massa 14” sulla carreggiata nord e “Massa 29” sulla carreggiata sud, sono in corso le aggiudicazioni di appalto.


Suolo pubblico gratuito per le attività commerciali ed artigianali fino al 31 dicembre 2020
Il comune di Massa concede il suolo pubblico gratuito alle attività sul territorio fino al 31 dicembre 2020.
L’Amministrazione  già lo scorso giugno al momento della riapertura dopo il lockdown aveva approvato un disciplinare per regolamentare e concedere  maggiori occupazioni di suolo pubblico agli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande ed attività commerciali ed artigianali autorizzando, in deroga ai regolamenti comunali vigenti, il posizionamento di tavoli, sedie, ombrelloni e fiorere amovibili con possibili ampliamenti rispetto alle occupazioni già rilasciate.
L’assessore alle Attività produttive Paolo Balloni ricorda  che “al fine di promuovere la ripresa delle attività turistiche, danneggiate dall'emergenza epidemiologica da Covid-19, ci siamo subito attivati per normare le concessioni cercando di recepire tutte le istanze e le esigenze degli esercenti. Non a caso, avevamo lasciato aperto il disciplinare ad ulteriori possibili proroghe per il suolo pubblico gratuito perché l’intenzione dell’Amministrazione è quella di cogliere tutti i vantaggi possibili che ci si presentano in supporto degli operatori commerciali ed artigianali che stanno soffrendo questo periodo”.
Va precisato che, se pure inizialmente era indicata una scadenza al 31 ottobre per l’esenzione del pagamento della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche, non è stato necessario da parte dell’amministrazione uno specifico atto di proroga essendo questa già prevista dall’art. 9 del disciplinare che recita “le concessioni avranno la durata relativa al periodo  compreso  tra   il  15  giugno  ed  il  31  ottobre  2020,  fatto  salvo  il  rilascio di eventuali proroghe del periodo di emergenza Covid 19 disposte con provvedimenti governativi”. E l’art. 109 del decreto-legge “Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell'economia” è intervenuto proprio indicando alla data del 31 dicembre la proroga ed esonero di TOSAP e COSAP


Teatro Guglielmi: approvato il progetto di fattibilità dei lavori
L'assessore ai Lavori pubblici Marco Guidi intervistato dal Tirreno sui lavori al teatro Guglielmi assicura che proseguono come da cronoprogramma.
Intanto, una delibera di Giunta del 9 ottobre, approva lo studio di fattibilità per il recupero e l'adeguamento del teatro. All'atto è allegata una relazione tecnica in cui si descrivono nel dettaglio i lavori da fare in un primo lotto da 250mila euro su un intervento complessivo che vale 350mila euro.
Nella relazione viene ricordato il lungo  iter seguito per l'appalto dei lavori  dopo il sequestro del 5 gennaio 2018, i 106 punti di difformità rispetto alle norme di prevenzione incendi rilevati dai Vigili del fuoco; lo studio tecnico affidato  alla società "Città Futura" per redigere il nuovo progetto e tutti gli incontri successivi , le  valutazioni e  integrazioni della Commissione Pubblico spettacolo e della Sovrintendenza.
Gli interventi previsti per il primo lotto di lavori riguardano opere edili: uscita di sicurezza dai camerini (bisogna rimuovere la porta tagliafuoco, sostituire la rampa dei gradini e realizzare una parete di cartongesso per separare la scala di servizio); uscita di sicurezza dalla sala prove (ci sono gradini rotti e intonaco ammalorato); il sottopalco (vanno demolite pareti e porte e ricostruite); poi c'è l'intervento alle uscite laterali dalla platea fatte di scale in legno e l'uscita di sicurezza per persone con disabilità. Da rifare anche l'uscita di sicurezza lato nord di via Bastione con tutti i telai, la ristrutturazione delle porte, l'applicazione delle maniglie antincendio, la realizzazione di opportune protezioni su via Bastione contro il rischio di urti delle ante per le persone in transito
Poi ci sono gli interventi al locale delle pompe antincendio, alla contro-parete del sottotetto, nei corridoi dei camerini, ai gruppi dei fari di scena, per concludere con l'applicazione di pellicole di sicurezza su tutte le superfici vetrate e con i trattamenti ignifuganti, le tinteggiature e riparazioni varie.
All’albo è pubblicato anche un atto dirigenziale con cui viene approvato il quadro economico di spesa (per 350mila euro totali) e viene affidato l'incarico professionale alla società cooperativa Città Futura anche per la stesura di una ulteriore relazione previsionale dell'impatto acustico e dei ricambi di aria, come richiesto dalla Asl in sede di commissione di vigilanza.


Sito web e servizi on line del Comune superano i test d'accessibilità
Il sito web e i servizi on line del Comune soddisfano in pieno i requisiti per l'accessibilità richiesti dalla normativa europea e dall’Agenzia per l’Italia Digitale.
Le pubbliche amministrazioni avevano tempo fino al 23 settembre 2020 per adeguare i propri siti internet agli standard fissati dalla normativa (D.lgs. n. 106 del 10 agosto 2018 di recepimento della Direttiva UE 2016/2102) per l’inclusione degli utenti con limitazioni sensoriali della vista e dell’udito.
Seguendo le indicazioni dell’Agenzia, il Comune ha completato le procedure di verifica degli strumenti informatici utilizzati e superato pienamente i test di conformità utili a redigere la “Dichiarazione di accessibilità”, il documento formale che certifica per un anno, fino al 23 settembre 2021, il livello raggiunto.
Nella dichiarazione sono riportate le modalità per  richiedere informazioni e fornire “feedback”  quando si riscontrano difetti.
L’ottimo lavoro svolto in sinergia dal personale degli uffici URP e CED - commenta il vicesindaco Andrea Cella - ha potuto offrire agli utenti un portale web di rapida consultazione, chiaro e snello. Il comune di Massa rappresenta oggi un'eccellenza certificata dall'Agenzia per l'Italia Digitale e questo non può che essere un onore per la nostra comunità. Un sito web efficiente significa minor necessità per i cittadini di recarsi negli uffici, vuol dire dare maggior visibilità agli atti e ai provvedimenti che l'Ente emana e quindi garantire trasparenza sull’attività amministrativa. Il restyling avviato dall'Amministrazione Persiani oggi viene riconosciuto come vincente e ci sprona a migliorare ulteriormente il servizio che nel prossimo futuro transiterà in cloud, accrescendone ancora l'accessibilità."


Villa e parco della Rinchiostra: la riqualificazione legata a doppio filo al progetto UP.Oggi e ai finanziamenti sul Bando periferie
Il giardino e lo storico immobile della Rinchiostra saranno ristrutturati solo dopo il maxi intervento da oltre 3milioni di euro previsto nel progetto “Up.Oggi“ e finanziato tramite il bando nazionale ‘Periferie’.
Bisognerà attendere diversi mesi prima di poter aprire i cantieri ma la progettazione va avanti. All’interno di “Up.Oggi“ infatti è previsto un intervento di riqualificazione completo per il Parco, la Villa e tutta l’area circostante. I 20mila metri quadrati del parco prevedono il ritorno del giardino all’italiana, con vasche, piscine, viottoli, tante nuove piante e fioriture. La struttura del centro di aggregazione sarà sede di un percorso sensoriale Alzheimer e anche il punto ristoro all’ingresso del parco sarà adeguato e ci sarà spazio  per zone dedicate al fitness all’aria aperta.
Bisogna pensare però anche al recupero della Villa rispetto a quanto già previsto nel bando perché l’immobile presenta notevoli criticità
L'amministrazione comunale ha dato mandato per un incarico sulla verifica e progettazione del restauro degli elementi in marmo della Villa che è stato affidato  alla restauratrice Francesca Lazzarotti per poco più di 23mila euro.
"Abbiamo pensato di estendere il progetto di riqualificazione del parco anche alla Villa – spiega in una nota stampa l’assessore ai lavori pubblici, Marco Guidi – perché ha bisogno di una manutenzione importante. Un ampliamento progettuale che nella procedura deve coinvolgere la Soprintendenza a cui abbiamo presentato una serie di soluzioni per recuperare l’immobile. Da qui la necessità di incaricare un professionista restauratore per un progetto di riqualificazione completo. Ottenute tutte le autorizzazioni potremo procedere con un intervento che per noi è prioritario"
Il percorso è comunque complesso e i tempi non potranno essere rapidissimi. Inoltre si deve procedere in sinergia con l'intervento finanziato dal bando ‘Periferie’ da3 milioni e 43mila euro che vede anche la partecipazione di Esselunga.
All’interno di “Up.Oggi“ le opere sull’area di Villa Rinchiostra sono cofinanziate con importanti risorse che deriveranno dall’ampliamento di Esselunga per circa 1,2 milioni di euro (oltre alla realizzazione di nuovi parcheggi e di due rotatorie su viale Roma, all’incrocio con via Romana e via Marchetti). Una variante che era legata al Regolamento Urbanistico e che ora, con l’approvazione definitiva dello strumento di pianificazione, puòprocedere.
"Il sindaco – spiega  Guidi nella nota  – sta portando avanti proprio  la discussione con la proprietà di Esselunga per sviluppare il progetto in parallelo a quello di Villa Rinchiostra così da farci trovare pronti il prima possibile»


Agevolazioni sulla TARI per i danneggiati dall'emergenza sanitaria
Uno stanziamento di oltre un milione per agevolazioni sulla Tari che riguarda sia le aziende sia i privati cittadini.
La misura è stata approvata a metà mese dal Consiglio comunale come forma di sostegno a chi si sia «trovato in difficoltà a causa dell’emergenza sanitaria e per il lockdown». - ha spiegato Persiani
Si tratta di una manovra da 1 milione e 250mila euro così suddivisi: 250mila euro per il bonus sociale, 400mila a sostegno delle utenze domestiche e 600mila per le utenze non domestiche. Per le aziende costrette alla chiusura nel periodo del lockdown, non avendo prodotto rifiuti, la quota variabile della tariffa Tari sarà annullata in base ai giorni di sospensione dell’attività. Per quanto riguarda i privati cittadini (utenze domestiche residenti) saranno applicate tariffe ridotte, per le famiglie nelle quali almeno un componente non ha percepito reddito per almeno 3 mesi: riduzione del 50% per chi ha avuto una risoluzione del contratto di lavoro senza aver percepito l’indennità di disoccupazione; riduzione del 30% per chi ha percepito l’indennità di disoccupazione; riduzione del 20% per chi ha beneficiato di cassa integrazione o mobilità.
Le riduzioni saranno applicate dietro presentazione entro il 30 ottobre di apposita richiesta.Maggiori informazioni si troveranno sul sito del Comune


Prorogate al 2033 le concessioni demaniali marittime. L'assessore a finanze e bilancio Pierlio Baratta lo annuncia all'assemblea della Cna Balneari
La delibera attesa dagli operatori balneari conferma l’estensione delle concessioni demaniali marittime fino al 31 dicembre 2033 come disposto dalla legge 145 del 2018 ma non applicata da molti Comuni costieri in assenza di una circolare applicativa.
Per risolvere l’impasse il Ministro del turismo, Dario Franceschini, ha inserito una norma apposita nel “Decreto rilancio” che si trova nell’articolo 182.
Invitato a partecipare all'assemblea Balneari CNA l’assessore Baratta ha anticipato agli operatori presenti la deliberazione assunta dal Comune e ne ha spiegato l'applicazione. Oltre al portavove dei balneatori di Massa-Carrara, Lorenzo Marchetti, erano presenti all'incontro  il responsabile della Cna per il settore, Giacomo Cucurnia, e il referente per le relazioni istituzionali, Gino Angelo Lattanzi


Parco dei Ciliegi: in gestione per quattro anni alla Cooperativa Essenza A.r.l.
L'offerta della coop sociale è risultata la più vantaggiosa sotto il profilo dell’offerta dei servizi e delle migliorie dell’area verde nel centro di Massa
Obiettico dell'Amministrazione nel concedere il parco in affidamento è di valorizzarlo e  garantirne il decoro per farne un luogo inclusivo dove si possa incontrare tutta la comunità 
"Abbiamo in atto una serie di interventi e di lavori per migliorare le zone della città e renderle più fruibili. Ci sono molti parchi pubblici e piazze che hanno necessità di una riqualificazione per tornare ad essere frequentati in sicurezza da famiglie, anziani, bambini e ragazzi. Il Parco dei Ciliegi è uno dei maggiori punti di incontro sia per la sua centralità sia per i servizi che offre e credo che una nuova gestione possa renderlo  più decoroso migliorandolo dal punto di vista  ricreativo, culturale e di socializzazione" ha detto Francesco Persiani.
Il nuovo gestore si è impegnato ad ampliere l’orario di apertura dalle ore 8 alle 19 e installerà un nuovo chiosco per la somministrazione di cibi e bevande. Effettuerà poi una manutenzione straordinaria sia delle strutture sia delle essenze vegetative con una verifica costante delle alberature e la messa a dimora di nuove piante. Sarà inoltre effettuato il ripristino dei bagni con l’eliminazione delle barriere architettoniche ed un miglioramento dell’arredo urbano oltre a un ammodernamento del campo da bocce e alla realizzazione di aree con gonfiabili. l gestore collocherà tre nuovi giochi indipendenti, due strutture ludiche e sei giochi inclusivi adatti ai bambini con disabilità rendendo così il parco e le attrezzature accessibili a tutti




ISTITUZIONALE - COMMEMORAZIONI  - INAUGURAZIONI

Consigli comunali e commissioni restano in videconferenza fino al 31 dicembre
Lo ha stabilito il presidente del Consiglio Stefano Benedetti con un provvedimento firmato il 13 ottobre che proroga così le misure vigenti.
L'atto del presidente fa perno sul  decreto legge del 7 ottobre che proroga lo stato di emergenza sanitaria  al 31 gennaio.
Le sedute in videoconferenza erano i stabilite fino al 15 ottobre ma con il prorogarsi dell’emergenza sanitaria in corso dovuta alla diffusione di Covid19, sancita dal decreto legge del Governo, anche l’attività politica del Comune  proseguirà a distanza.
Pertanto, in base alla normativa anti contagio da Covid-19 e a tutela della salute pubblica, le sedute di  Consiglio comunale e le riunioni delle  Commissioni si tengono in videoconferenza senza la presenza di pubblico.
Le riunioni dell'assemblea e delle Commissioni consiliari possono essere seguite in streaming da qualsiasi dispositivo fisso o mobile cliccando al seguente link: http://consigli.cloud/massa/Live.aspx


Veronica Ravagli rassegna le dimissioni  e il Sindaco redistribuisce le sue deleghe
Con un post pubblicato sulla sua pagina facebook lunedì 12 ottobre Veronica Ravagli annuncia d'aver rassegnato le dimissioni .
Scrive Ravagli "Ho rassegnato le mie dimissioni come assessore nel Comune di Massa e ammetto che non è stato assolutamente facile, anzi".
Oltre a ricordare alcune delle attività svolte come "le battaglie sul Lavello per il depuratore e il campo rom, il sezionamento della vasca in zona campeggi per mitigare l’impatto dei divieti di balneazione, la lotta all’abbandono dei rifiuti e l’inizio del porta a porta, la pulizia del Renara. Per non parlare della stagione teatrale al Teatro dei Servi, il potenziamento delle attività della biblioteca, Palcoscenici Stellati, la rassegna di spettacoli ed eventi che subito dopo il lock down" e i suoi incontri con i cittadini e «le centenarie, le ‘mie’ nonnine che andavo a salutare per festeggiare con loro a nome del Comune questo importante traguardo" l'ex assessora promette "spiegazioni più dettagliate" nei prossimi giorni.
Il sindaco Francesco Persiani ha preso atto delle dimissioni con una nota stampa in cui scrive: "Era un’opportunità che l’ingegnere Ravagli stava valutando da tempo in vista di un possibile incarico evidentemente più prestigioso di quello attuale. Siamo lieti che una giovane donna, lavoratrice e madre, possa essere maggiormente valorizzata nella propria carriera politica. Ringraziamo l’Ingegnere Ravagli per l’operato che ha svolto in questo anno e mezzo a Massa e le porgiamo i nostri migliori auguri per il suo prossimo incarico e il proseguo della sua carriera".


Si scioglie il gruppo comunale di  Alternativa civica
Durante il Consiglio comunale del 26 ottobre l'avvocato Sergio Menchini che si era candidato a Sindaco di Massa per Alternativa Civica supportato da tre liste indipendenti dai tradizionali partiti comunica d'aver accettatoun incarico in Forza Italia per occuparsi di  formazione e università .
"ll gruppo consiliare "Alternativa Civica"  - ha dichiarato  - è stato costituito dai consiglieri eletti dalle liste collegate alla candidature di Menchini Sergio a Sindaco della città. La mia candidatura si è caratterizzata per volere essere "alternativa" rispetto a quelle espresse dalle coalizioni rispettivamente di centrosinistra, con il sindaco uscente Alessandro Volpi, e di centrodestra, con Persiani, poi eletto sindaco. La consigliera Dina Dell'Ertole ha comunicato di lasciare il gruppo, dando vita ad un proprio gruppo ispirato alle posizioni politiche e ai valori di Italia Viva; ciò, d'altronde, nel rispetto della sua storia politica e della sua cultura. Tale evento, sulla base delle previsioni regolamentari e di Statuto, determina, ipso iure, lo scioglimento di Alternativa Civica" essendo venuto meno il numero minimo richiesto di tre consiglieri. In conseguenza di ciò- continua Menchini- comunico la mia volontà di costituire, come mi è consentito dalle norme in vigore (art. 7, comma2, del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comune di Massa), il gruppo consiliare "Ascoltare per fare", al quale sono stato abbinato al momento della mia elezione. Tendo a precisare che, in tale ruolo, continuerò a svolgere le mie funzioni di consigliere "civico", ossia nell'esclusivo interesse della città, "alternativo", ossia in alternativa alle due coalizioni che si sono misurate al ballottaggio, e di "minoranza ", in ossequio al risultato elettorale. Tutto ciò, nel rispetto sia di coloro che hanno accettato di candidarsi nelle liste a me collegate, sia delle elettrici e degli elettori, che hanno, con il loro voto, permesso la mia elezione a consigliere comunale"
Con la fine del gruppo "Alternativa civica" i  consiglieri Dina Dell'Ertole e Andrea Barotti hanno formato i loro nuovi gruppi, rispettivamente chiamati:   "Siamo Massa" e "Arcipelago"


Variante n.1 al Regolamento Urbanistico. Adozione e incontro pubblico 
Il Consiglio comunale con atto n. 141 del 4/9/2020, ai sensi degli artt. 30 e 32 della LR n. 65/2014, ha adottato la Variante n. 1 al regolamento urbanistico con modifica delle norme tecniche di attuazione per l'adeguamento alla LR n. 41/2018, al regolamento DPGR 39/R/2018 e il perfezionamento di alcune disposizioni normative.
La deliberazione, unitamente ai suoi allegati, già pubblicata all’Albo pretorio, è disponibile e consultabile presso gli uffici comunali  del Settore Pianificazione del territorio ed Edilizia privata, alla pagina web del Garante dell’informazione e partecipazione e sul portale dell'Amministrazione trasparente all' indirizzo: http://trasparenza.comune.massa.ms.it/node/25264. Il 23 settembre la  delibera è stata pubblicata  sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana.
Venerdì 9 ottobre alle ore 18 in videoconferenza,  attraverso la stessa piattaforma utilizzata per la  trasmissione in streaming dei Consigli comunali,  all’ indirizzo web: http://consigli.cloud/massa, si è tenuto l’incontro  pubblico di informazione e partecipazione previsto per la conoscibilità e pubblicità dell’atto di governo del territorio adottato.
L’incontro, volto ad inquadrare dal punto di vista normativo la variante adottata,  a descriverne i principali contenuti e a spiegare i passaggi procedimentali e gli spazi partecipativi previsti dalla legge verso la sua  definitiva approvazione , è stato  introdotto dal  sindaco Francesco Persiani cui sono seguite le relazioni tecniche del dirigente comunale del settore Pianificazione territoriale ed Edilizia privata Venicio Ticciati e del Responsabile del procedimento architetto Lorenzo Tonarelli.
Poi, spazio agli interventi degli interessati che si erano prenotati scrivendo una mail all’indirizzo: garante.informazione@comune.massa.ms.it


Emergenza Covid-19:  “Massa è in forma” rinviata alla primavera 2021
La Consulta comunale dello Sport, ovvero l'amministrazione comunale in accordo con le varie associazioni di promozione sportiva e federazioni che ne fanno parte ha deciso di rinviare “Massa è in forma”, la manifestazione dedicata alla promozione delle attività sportive, dilettantistiche e ludico-ricreative che si svolge tradizionalmente in ottobre nelle strade e nelle piazze del centro storico.
“L'andamento dell'emergenza ed un sostanziale aumento dei casi negli ultimi giorni, sia a livello nazionale sia sul territorio, rende difficoltoso lo svolgimento dell'evento dal punto di vista del rispetto delle basilari normative per impedire il diffondersi dei contagi” ha spiegato  il sindaco Francesco Persiani.  L'assessore allo Sport Paolo Balloni ha ringraziato  “i rappresentanti delle federazioni sportive che hanno partecipato alla Consulta, organismo utilissimo con il quale l'amministrazione ha già condiviso percorsi importanti come, ad esempio, la revisione del progetto Giocosport. Ci siamo dati appuntamento al prossimo mese per proseguire insieme il lavoro verso la prossima edizione di “Massa è in forma” ed altri eventi”.
La peculiarità della manifestazione è sempre stata quella di creare una palestra “a cielo aperto” in centro città dove chiunque potesse cimentarsi nelle varie attività sportive. Lo spirito è quello di far scoprire sport noti e quelli meno praticati, con performance ed esibizioni di atleti e consentendo ai visitatori di provare le pratiche sportive, gli attrezzi, imparare varie mosse ed ha sempre portato un notevole afflusso di persone. Tutti motivi che hanno fatto propendere per il rinvio.
L'appuntamento con “Massa è in forma” è fissato, al momento, per la primavera 2021 compatibilmente con quelle che saranno le normative vigenti.




AVVISI - BANDI - MANIFESTAZIONI D 'INTERESSE

AVVISO - Commemorazione dei defuniti: orari apertura dei cimiteri
Il giorno 31 ottobre l'apertura è dalle ore 8 alle ore 18. Nei giorni 1,2,3 e 4 novembre l'apertura è dalle ore 8 alle ore 17.
Dal 28 ottobre al 4 novembre non è consentito apporre lapidi, arredi funebri o eseguire lavori nei cimiteri. E' consentita invece la deposizione di candele all’aperto  sulle tombe dei campi comuni, dei depositi privati e in cappelle e sarcofagi.


AVVISO - Immobili comunali all'asta per un valore di 2 milioni
Terreni, porzioni di strade, immobili. Pubblicato l'elenco delle proprietà alienabili e avviata l'asta di alcuni beni di  pregio, fra questi anche l'edificio a Marina di Massa che ospita il rinomato ristorante Riccà. Un pacchetto complessivo da circa 2 milioni di euro.
Per l'immobile sul  Lungomare si tratta dell'ennesiva asta. Il prezzo base dell'immobile è infatti calato ancora rispetto a quanto chiesto nel 2019. Per l'edifico che ospita il ristorante la cifra base è ora di 671 mila euro. Tra le altre proprietà alienabili di un certo interesse c'è poi un rudere in via del Crocifisso per un valore di oltre 200mila.L'elenco completo degli alienabili è pubblicato  sul sito del Comune.
Per le offerte secondo le modalità segrete di questo tipo di gare c'è tempo fino al 6 novembre prossimo. Vanno presentate in busta chiusa al Protocollo dell'Ente. La gara con l'apertura delle buste è fissata il 9 novembre all’ufficio Patrimonio, al 4° piano di Palazzo civico.
Maggiori informazioni sul sito del Comune o tramite l’Ufficio demanio e patrimonio (Marco Pellegrini e Francesca Rolla, tel. 0585 490237 o 0585 490390).


AVVISO - Aree Peep: acquisto dei diritti di superficie senza limiti di tempo con pagamenti in 48 rate
La deliberazione consiliare n.161/2020 consente di trasformare il diritto di superficie in diritto di proprietà in aree Peep e, al contempo, rimuove il vincolo di prezzo sulle case.
"Gli alloggi realizzati nell'ambito dei Peep sono interessati da clausole limitative al loro utilizzo. L'Amministrazione  ha ritenuto di procedere alla rimozione dei vincoli convenzionali. l Comune concede così ai cittadini interessati la facoltà di trasformare il diritto di superficie in piena proprietà e offre anche la possibilità di vendere senza alcun vincolo di prezzo: E' un'operazione che interesserà circa 560 cittadini" spiega l'assessore al Bilancio e Patrimonio Pierlio Baratta.
I Piani di Zona sono strumenti urbanistici disciplinati dalla Legge 167/1962 nell'ambito delle politiche per la Casa, finalizzati alla costruzione di alloggi di tipo economico. Con l'approvazione in Consiglio comunale dell'atto proposto dalla Giunta  Persiani la trasformazione del diritto di superficie in diritto di proprietà potrà essere chiesta da ogni avente diritto senza alcun termine di scadenza  salvo diverse disposizioni di legge. Inoltre, il pagamento dovuto viene consentito in 48 rate rispetto alle dieci rate fissate dalla precedente normativa.
Gli interessati dovranno presentare domanda su apposita modulistica. Per informazioni bisogna rivolgersi al  Servizio Demanio e Patrimonio


AVVISO - Agevoluazioni TARI
Con atto di Consiglio comunale n. 163 del 28.9.2020 sono state determinate delle agevolazioni per sostenere le utenze in difficoltà economica, danneggiate dalle conseguenze della pandemia Covid-19. Le misure riguardano sia le utenze domestiche sia le utenze non domestiche ma saranno assegnate dietro presentazione di domanda con scadenza fissata al 30 ottobre 2020. Le riduzioni previste sono le seguenti:
UTENZE NON DOMESTICHE: riduzione pari al 100% della quota variabile della tariffa TARI, commisurata ai giorni di sospensione obbligatoria, anche parziale, dell’attività disposta per effetto dei provvedimenti emanati dal Governo con D.P.C.M., da Regione Toscana e dal Comune di Massa per l’emergenza sanitaria da COVID 19 e/o al periodo di sospensione su base volontaria.
UTENZE DOMESTICHE RESIDENTI: riduzione sia della quota fissa sia della quota variabile, per le abitazioni non di lusso (quindi escluse classi A1, A8 e A9) utilizzate da famiglie residenti, nelle quali almeno un soggetto produttore di reddito si sia trovato in una delle seguenti circostanze per almeno 3 mesi:
a)    risoluzione del contratto di lavoro senza diritto a percepire indennità di disoccupazione: riduzione del 50%;
b)    risoluzione del contratto di lavoro con indennità di disoccupazione - riduzione del 30%;
c)    cassa integrazione o mobilità - riduzione del 20%;


AVVISO - Pubblicato il bando  per la gestione del Monte di Pasta  Offerte entro le ore 12.del 13 novembre 2020
P
pubblicato un nuovo avviso per affidare, per 4 anni, la gestione del Monte di Pasta, l'area di pregio botanico del centro cittadino
Il bando riguarda l'area verde collocata sulla sommità del Monte, provvista di orti urbani, con la possibilità di inserire un punto bar/ristoro. I gestori dovranno garantire, tra l'altro, il servizio di vigilanza, la manutenzione e la pulizia del parco. Avranno la possibilità di svolgere attività di intrattenimento, organizzare eventi e manifestazioni, istallare giochi.
I soggetti in possesso dei requisiti indicati nell'Avviso dovranno presentare la propria offerta entro le ore 12del giorno 13 novembre 2020.
L'affidamento avverrà sulla base dell'offerta economicamente più vantaggiosa.
L'apertura dei plichi contenenti le offerte avrà luogo presso gli uffici del COC, a VI piano del palazzo comunale, il giorno 17 novembre 2020 alle ore 9.




Notizie varie su arte, cultura, turismo e attività sociali promosse dal Comune

Stagione teatrale ai Servi. Presentata un'anteprima del calendario 20-21 con spettacoli fino a dicembre. Prevendite dal 24 ottobre.
Cinque spettacoli di prosa, uno di musica, una rassegna di teatro per famiglie poi concerti ed eventi diffusi sul territorio ad ingresso libero.
Il sindaco Francesco Persiani , il vicesindaco Andrea Cella, l'assessora Nadia Marnica fresca di nomina anche alla Cultura e i rappresentanti di Fondazione Toscana Spettacolo Simona Dell'Ertole, Tommaso Artioli e Cinzia Bertilorenzi hanno presentato, in conferenza stampa a palazzo civico, l'anteprima della stagione di prosa 2020/21 con una programmazione che abbraccia per il momento i mesi di novembre e dicembre.
Come hanno sottolineato infatti  gli organizzatori, sebbene il calendario sia abbozzato per tutta la stagione, si è preferito procedere per gradi visto il periodo  dell'emergenza sanitaria.
Il palcoscenico sarà  quello del Teatro dei Servi di via Palestro dove si alterneranno spettacoli di diverso genere con offerte che mescolano grandi classici, teatro contemporaneo, spettacoli per famiglie, musica ed appuntamenti di lettura all’aperto in centro città e a Marina .
Un'offerta culturale in grado di accontentare pubblici diversi con proposte professionali che puntano sulla qualità quella confenzionata dall'Amministrazione in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo onlus consolidando la vocazione multidisciplinare del Teatro dei Servi .
Tra i protagonisti di questa prima parte di stagione spiccano i nomi di Alessandro Benvenuti, Max Giusti, Maria Amelia Monti e Roberto Turchetta, il quintetto d'archi dell'Ort, Francesco Niccolini e Luigi D’Elia, Francesca Sarteanesi e Luisa Bosi.
N.B. In ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 ottobre 2020 contenente nuove misure per la gestione dell’emergenza epidemiologica del Covid 19 su tutto il territorio nazionale, la programmazione di Novembre del Teatro dei Servi è stata sospesa.
Maggiori informazioni e il calendario completo sul sito del comune


Il museo Guadagnucci ingaggia l'artista Aldo Giannotti per la realizzazione di murales ispirati a Massa
Il museo Guadagnucci apre al contemporaneo con l'obiettivo di promuovere idee creative e i nuovi talenti, attrarre e ospitare artisti.
Cinzia Compalati, neo direttrice del museo Guadagnucci  - attualmente chiuso per ristrutturazione - ha ideato un ciclo di eventi fuori dalla sede storica a Villa Rinchiostra intitolato " Il Museo va in città" con l’obiettivo di ridefinirne l’identità della struttura come polo culturale dedicato al contemporaneo, farne un luogo delle arti, multidisciplinare e inclusivo.
Rientra in questa nuova mission di segnalare e valorizzare artisti che si sono contraddistinti a livello internazionale, il coinvolgimento di Aldo Giannotti che all’ex mercato coperto ha realizzato tra il 27 e 28 ottobre quattro murales iconici ispirati al territorio massese.
Il progetto per Massa nasce in estate quando l’artista, intervistato per le pitture murali realizzate in molte città estere, ha espresso attraverso la stampa locale il desiderio di crearne una anche per la città in cui è cresciuto.
L'Amministrazione ha colto con piacere questa chiamata con l’intento di dotarsi di un intervento artistico di qualità a beneficio di tutta la cittadinanza individuando nell'area dell'ex mercato coperto di via Bastione il luogo adatto per la sua realizzazione.
Maggiori dettagli sul sito del Comune o sul profilo Fb del Museo Guadagnucci


Rodari in piazza. L'iniziativa della biblioteca civica per il centenario dello scrittore
In occasione del centenario dalla nascita di Gianni Rodari si è tenuta domenica 25 ottobre in piazza Mercurio l’iniziativa “Rodari in Piazza” realizzata dalla Biblioteca civica S. Giampaoli in collaborazione con i volontari dell’Associazione culturale Surus e del circolo Laav (Letture ad Alta Voce) Massa Carrara . L’iniziativa, rivolta  principalmente ai bambini delle scuole primarie, ha portato in piazza le filastrocche e le storie di Rodari con la partecipazione attiva dei bambini presenti chiamati ad esprimere liberamente la loro fantasia. Nell’occasione al balcone della biblioteca è stato esposto uno striscione con una citazione dello  scrittore a ricordarel’importanza della lettura


Università del Tempo Libero: lezioni di arte e cultura a Villa Rinchiostra
Organizzati dal Gruppo Archeologico ApuoVersiliese con il patrocinio del Comune sono in programma lezioni di storia dell'arte, temi storico-culturali, attività di conoscenza del territorio e del suo patrimonio artistico e archivistico con appuntamenti dedicati anche alla cucina .Le lezioni si terranno il lunedì e il venerdì dalle 15.30 alle 18.30 nel rispetto delle disposizioni sanitarie anti Covid-19.
Maggiori dettagli sul sito del Comune


In biblioteca una sala dedicata alla professoressa  Giannoni
Su proposta del Centro Italiano Femminile Provinciale, presieduto dalla presidente Rina Caputo venerdì 16 ottobre  alle 10 in biblioteca si è tenuta una cerimonia per intitolare una sala di lettura alla professoressa Maria Teresa Giannoni, prima Presidente Provinciale Cif Massa-Carrara, nonché prima consigliera del Comune di Massa.
Alla cerimonia erano presenti le nipoti Fiormaria e Maria Grazia Giannoni, amministratori del Comune e una rappresentanza della parrocchia del Monte dove Maria Teresa era direttrice del coro e responsabile del gruppo Donne dell'Azione Cattolica.