Newsletter della Giunta comunale Febbraio 2021


CRONACHE

Il sindaco Francesco Persiani intervistato dal Tirreno fa il punto sui primi due anni e mezzo di mandato
Un sindaco civico, liberale e cattolico, moderato e mediatore, garante della coalizione di Centrodestra che guida la città.
Intervistato dalla giornalista del Tirreno Chiara Silicani, Francesco Persiani  rivendica con forza il suo "ruolo civico, fondamentale nella mediazione per un centrodestra unito".
In risposta alla domanda della giornalista sulla sua appartenenza partitica dice " Non sono un iscritto né un militante della Lega ma mi fa piacere se la Lega vede in me un riferimento"
Rispetto al collocamento politico della sua Amministrazione Francesco  Persiani spiega che "la Lega ha un ruolo importante ma nell'ambito di un centrodestra unito, con Forza Italia e Fratelli di Italia."
Quanto al suo orientamento politico Persiani si definisce "un liberale, cattolico, moderato. Per aspetti che attengono al welfare e al ruolo dello Stato non mi sento lontano dell'idea del socialismo liberale, certo sono fortemente anti comunista" .
Poi Persiani allontana da sè ogni accusa di estremismo e di fascismo e dichiara: "Io con il fascismo non ho nulla a che fare. Ci tengo a dire che ho firmato la petizione per introdurre norme contro la propaganda fascista; nella lotta contro ogni discriminazione c'è quello che ho imparato dalla mia famiglia».
Sulle  donne, commentando l'emendamento al Regolamento del Consiglio comunale che ha eliminato la declinazione al genere femminile dei ruoli istituzionali dice "Io non faccio dell'uguaglianza una questione di formalità, ma di sostanza. E l'uguaglianza si concretizza nel diritto della donna a sviluppare liberamente le proprie aspirazioni. Ripeto che non è questione di forma, ma di rispetto: se ogni giorno rispetto mia moglie, le mie figlie, le mie colleghe, beh !, in questo sostanzio il mio impegno per l'uguaglianza reale».
Sugli impegni presi in campagna elettorale circa l'uscita del comune di Massa da Gaia spa Persiani risponde così alla Silicani  "Si è dibattuto molto, abbiamo parlato di "uscita" per semplificare il concetto di uno spacchettamento della società in microambiti in cui l'amministrazione potesse rendere operative le sue decisioni. Sapevamo che il percorso non sarebbe stato rapido, ma ci abbiamo lavorato e ci stiamo lavorando, anche con altri comuni: non è semplice, ma neppure impossibile. Nel frattempo abbiamo fatto il massimo per garantire servizi migliori, dai lavori all'acquedotto a quelli al Lavello. Stiamo inoltre valutando l'ipotesi di trasformare la società
Riguardo ad un altro tema della campagna elettorale che riguardava la riapertura del teatro Persiani precisa " A chi mi chiedeva che sogno avessi per i primi tre mesi di amministrazione ho risposto che era appunto rivedere aperto il teatro. Va detto però che nessuno della precedente Giunta aveva spiegato cosa ci fosse dietro la questione Guglielmi. Questione complicatissima perché è in corso un procedimento penale, noi abbiamo fatto il progetto, abbiamo il via delle commissioni competenti e della Soprintendenza e a breve partiranno i lavori. Contiano siano realizzati in sei mesi, speriamo di salvare non solo la stagione 2022-2023, ma anche la 2021-2022».
Sulla Sanità Persiani bacchetta la Regione sui ritardi per una nuova casa della salute "Il distretto di via Bassa Tambura non va bene e sistemarlo sarebbe antieconomico. Questa estate la Regione ha parlato di 15milioni per la sanità, ma non li ho visti. Non ne faccio una questione di sito, non ho interesse alcuno a perorarne uno piuttosto che un altro. La Regione deve iniziare il percorso: metta sul tavolo le proposte e ne parleremo in commissione. Ho sempre l'auspicio che la Regione abbia un nuovo approccio con i territori, ma non l'ho verificato fino ad ora. Non mi pare che i canali di comunicazione tra Regione e amministrazioni di Centrodestra siano così immediati, eppure noi non siamo antagonisti".
Poi, sulla questione dell'ampiamento Esselunga il sindaco spiega " Lintervento in Ru previsto dalla precedente amministrazione a mio parere aveva concesso pure troppo: aumento di volume, due piani di parcheggio interrato. Ma i tempi sono stati troppo lunghi e quando il regolamento è stato definito, Esselunga non aveva più interesse a realizzare l'intervento. Rischiavamo di perdere opere pubbliche importati che la catena si era impegnata a realizzare in perequazione. Aggiungo che se l'intervento di Esselunga fosse stato previsto in una variante anticipatrice questo non sarebbe successo, ma così ha scelto la precedente giunta".
Alla domanda della giornalista su cosa si  senta orgoglioso e di come si immagini nel 2024 Persiani rivendica " L'orgoglio a lavorare bene e vedere lavorare bene, con compattezza, sia la Maggioranza sia la Giunta su tutti i temi: da Asmiu che ha visto la differenziata passare dal 28% ad un 40% su base mensile, al Castello per cui partirà il bando, ai lavori pubblici, ai progetti come quello nel piano delle opere per la rotatoria al semaforo delle Poste. Lavorare bene è un orgoglio come il rapporto con la cittadinanza. Sul 2024 non so, valuterò, ascolterò la mia famiglia, mi confronterò con le forze politiche. Certo per il 2024 mi piacerebbe pensarmi in una città più salubre, con una Casa della salute, la differenziata che funziona, investitori pronti a concentrarsi sul territorio".


Inquinamento acquedotto e ritorno alla normalità
Un batterio, il clostridium perfrigens, probabilmente proveniente da vegetali in decomposizione, è stato rilevato in seguito a controlli a campione dell'Asl in un serbatoio, quello di Ischignano, della rete idrica comunale.
E' scattata di conseguenza un ordinanza sindacale (la n.31 del 11.02.2021) di divieto di consumo se non previa bollitura per almeno 15 minuti dell'acqua potabile proveniente dalla rete idrica comunale alimentata dal quel  serbatoio  e dalla fonte corrispondente.
Le analisi sui campionamenti di vigilanza effettuati nei giorni successivi dall'Azienda USL Toscana Nord Ovest in sette diversi punti di prelievo dell'acquedotto comunale hanno mostrato parametri tornati conformi agli standard di qualità previsti per le acque destinate al consumo umano così il Sindaco ha emesso una nuova ordinanza, la n. 35 del 16.02.2021, con la quale ha  revocato il divieto di utilizzo dell'acqua distribuita dalla rete civica nelle zone comprese tra  viale Roma - Autostrada - confine Comune di Montignoso e località Volpigliano, Canevara, Casette, Caglieglia, Il Santo.
Il sindaco ha tuttavia chiesto a Gaia spa, gestore della rete idrica, di fare ulteriori accertamenti e di indagare sulle cause che possono aver determinato il fenomeno di inquinamento batterico.


Infiltrazioni d'acqua piovana alla scuola della Comasca. Bambini trasferiti alla Rinchiostra
Con ordinanza n. 36 del 17.02.21 il sindaco Francesco Persiani ha disposto la chiusura della scuola d’infanzia della Comasca a partire dal 18 febbraio fino alla conclusione dei lavori di ripristino dei locali danneggiati da infiltrazioni d'acqua dal tetto.
Dopo un sopralluogo alla "Collodi" della Rinchiostra compiuto assieme agli assessori Marco Guidi, Nadia Marnica e al capo di Gabinetto Daniele Pepe, d'accordo con la dirigente scolastica Marilena Conti, il sindaco ha disposto il trasferimento in quel plesso delle quattro sezioni della Comasca a partire da lunedì 22 febbraio. Una soluzione che permette ai bambini della Comasca di proseguire l’attività didattica senza interruzioni
Il primo piano della primaria Collodi è stato predisposto per accogliere al meglio i nuovi alunni e il personale docente nel rispetto della normativa anti-Covid.


Approvato il Bilancio e il Piano triennale delle opere pubbliche.
Attenzione ad ambiente, strutture scolastiche e sportive, decoro e riqualificazione della città

Conti in ordine, capacità di spesa corrente pro-capite con risorse proprie aumentata, un dato di cassa quasi raddoppiato rispetto all’anno precedente e una  buona dose di investimenti previsti nel triennio 2021-2023.
Il  Bilancio del Comune, presentato al Consiglio comunale nella sessione ordinaria di febbraio dall’assessore Pierlio Baratta, è stato approvato a maggioranza.
"Nonostante lo sblocco alla leva fiscale – ha spiegato l’assessore – e contrariamente al comune di Carrara che dal 2019 ha optato per l’innalzamento dell’addizionale Irpef (eliminando la progressività dell’addizionale portata al massimo 0.80) la manovra di bilancio del comune di Massa è stata effettuata in invarianza di gettito senza alcuna spesa aggiuntiva per i cittadini. Per sopperire alle minori entrate senza compromettere i servizi essenziali ed inderogabili - precisa Baratta - abbiamo tagliato le spese superflue"
Per un quadro più preciso, l'assessore commenta alcuni dati.
"A fronte di minori entrate pari 427.072 euro, la spesa corrente per i servizi fondamentali è rimasta invariata rispetto all’anno precedente, anzi in aumento su alcuni capitoli ritenuti essenziali : Ambiente +249.000, Sociale +400.000, Istruzione +507.000, Cultura +25.000, Decoro e arredo urbano + 25.000, Polizia municipale +15.000"
Tra i segnali di cambiamento, Baratta evidenzia il potenziamento di Asmiu " trasformata in società a responsabilità limitata, la quale beneficia di maggiori investimenti di circa 2 milioni conseguenti alle performance della raccolta differenziata e a una contrazione dei costi di smaltimentol’incremento della spesa abbinato al settore Istruzione , per la manutenzione di strade e la piantumazione di piante".
"Dopo anni il Bilancio non registra spese collegate alla copertura delle perdite delle società partecipate" prosegue  l’assessore che mette in evidenza gli  investimenti da 8 milioni e 620mila euro nel Piano triennale delle opere presentato in Consiglio dall’assessore Marco Guidi.
tra questi spiccano il rifacimento di piste ciclabili per 224mila euro, 340mila euro per la realizzazione della ciclopista tirrenica; 1.020.044 euro per riqualificazione e recupero della via Francigena, 400mila euro di interventi sul dissesto idrogeologico, 800mila euro per interventi di forestazione urbana e 400mila euro per il rifacimento del campo sportivo di Romagnano. Tutti "lavori  finanziati senza ricorso all’indebitamento bancario" prosegue Baratta che infine evidenzia i dati positivi sui conti e non manca di dare una stoccata alle precedenti amministrazioni quando commenta "nonostante la pesante situazione debitoria ereditata ". "La situazione di cassa  - conclude l'analisi Baratta  - è passata dai 12.300.000 del 31 dicembre 2019 ai 25.500.000 al 31 dicembre 2020: indica la capacità dell’ente di finanziare spesa corrente con risorse proprie e concorre a determinare un indice di stabilità dei conti misurabile in 370euro per cittadino senza il ricorso ad anticipazioni bancarie"
Secondo Baratta anche l’indice di pagamento dei fornitori riflette l’affidabilità dell’ente con una media di 37 giorni, in linea con le disposizioni di legge.
Per il Sindaco, il Piano delle opere pubbliche 2021-2023, approvato in Consiglio comunale con 19 voti a favore " rappresenta la visone che l’amministrazione comunale ha della città e l’intenzione di proseguire nella riqualificazione di zone degradate o nella restituzione di luoghi alla cittadinanza rendendoli nuovamente vivibili e decorosi
E’ un programma che abbiamo approntato tenendo conto della pandemia in corso e, quindi, di eventuali contrazioni di Bilancio a cui far fronte per l’emergenza sanitaria – precisa l’assessore ai Lavori pubblici Marco Guidi - ma grazie al sindaco Persiani e a tutta la Giunta abbiamo scelto di puntare su tre linee di indirizzo ed è stato fatto un lavoro di squadra per reperire i fondi”.
Per quanto riguarda la tutela dell’ambiente e del territorio è previsto un intervento di forestazione urbana tramite un bando da 400mila euro cui il Comune ha partecipato per collocare quasi 200 nuove alberature lungo una via di scorrimento come via Benedetto Croce, dove troverà posto anche la pista ciclabile, e nella zona centrale di viale Eugenio Chiesa e Largo Matteotti. In questo capitolo rientrano poi 210mila euro per la realizzazione di nuove piste ciclabili: l’intenzione dell’amministrazione è di riattivare quella su viale Stazione effettuando, contestualmente, un intervento di riqualificazione e riorganizzazione della piattaforma stradale. Circa un milione di euro è destinato alla ciclabile sul Lungomare, cosiddetta Tirrenica.
Per quanto riguarda la tutela del territorio, l’amministrazione punta su interventi legati alla lotta al dissesto idrogeologico: 400 mila euro sono stanziati per riqualificazione di parte della via Francigena, in particolare mettendo in sicurezza il percorso di via dell’Uva e la parte di sentiero nella zona di Ortola.
Grande attenzione è rivolta sia alle strutture scolastiche che a quelle sportive.
Le risorse dedicate alla manutenzione e messa in sicurezza delle scuole vengono aumentate, passando da 250 a 350 mila euro; inoltre, sono previsti 350 mila euro per l’efficientamento energetico delle strutture scolastiche  dopo aver già completato gli interventi alle scuole Bertagnigni e dei Poggi.
Con un importo pari ad euro 584 mila euro, di cui 224 mila cofinanziati dall’Ente, si prevede un intervento di riqualificazione globale e complessiva del centro sportivo di Romagnano con il rifacimento del manto erboso, l’incremento delle superfici di gioco e rendendola una struttura polivalente. Altri 250 mila euro vengono stanziati per le strutture sportive della zone di montagna ed altri 140 mila per la riqualificazione della struttura sportiva in località Capaccola, adiacente la scuola Bertagnini.
Il decoro e la riqualificazione di zone della città racchiudono il piano degli asfalti a cui, come ogni anno, vendono dedicati 200mila euro, 150mila per nuovi marciapiedi e l'abbattimento di barriere architettoniche.
Prosegue poi la riqualificazione delle piazze che caratterizzano la città ed eliminando situazioni di degrado: in quest’ottica rientra il rifacimento di Largo Matteotti per 350mila euro con un maggior numero di alberi e maggiore verde per una Massa più green. Previsto inoltre il recupero, a seguito dell’acquisizione, della struttura ex distributore Agip che si inserirà nel percorso di riqualificazione di piazza Garibaldi.
Particolare attenzione al Lungomare, tra il parcheggio di via Casola fino a piazza Bad Kissingen, con uno stanziamento di 750.000 euro per una riqualificazione generale, l’abbattimento delle barriere architettoniche ed il superamento delle criticità dovute agli attraversamenti pedonali.
Nel Piano sono inserite risorse per il teatro Guglielmi su cui sono stati ultimati i lavori sulla parte impiantistica e sono in corso quelli edili. Poi restano gli interventi del Piano delle Periferie: una nuova mensa sociale Caritas in Cervara, l’osservatorio astronomico e la realizzazione del parco pubblico ai Poggi che sorgerà al posto del vecchio palazzo dopo l’ultimazione della nuova struttura e la conseguente demolizione di quella attuale.


Piano delle alienazioni 2021
Poco meno un milione e 900mila euro è la somma che il Comune ha messo a Bilancio come possibile resa della vendita di fabbricati e terreni di sua proprietà. Nonostante i ribassi previsti a causa delle mancate alienazioni delle aste precedenti si prevede di poter incassare  1.433.157,51 euro dalla vendita di fabbricati mentre il resto verrebbe dalla vendita di  terreni.
I pezzi ‘pregiati’ sono due immobili con destinazione commerciale che si trovano sul Lungomare, in aree demaniali acquisite negli anni scorsi tramite le previsioni contenute nel federalismo demaniale.
Uno dei due immobili, già all’asta per cinque volte,  è il fabbricato marinello in cui ha sede il ristorante Da Riccà. Il prezzo è stato ribassato di circa il 25% e dai 671mila euro di partenza andrà all'asta per 503.250 euro.
L’altro edificio commerciale che finirà per la prima volta all’asta si trova sempre a Marina ed  è quello dove c’era il locale " Fuori di Massa" (lato mare rispetto al parcheggio di via Casola) . Il prezzo di partenza dell'asta è di 695mila euro.
In caso di vendita il Comune dovrà versare il 25% della somma all’Agenzia del Demanio.
Nell’elenco delle alienazioni  c'è anche il rudere all’interno del parco di Villa Menzione, a Castagnetola, già finito all’asta per sette volte senza successo. Il prezzo è sceso a 167.746,76 euro.
Per l’assessore Pierlio Baratta il passato " invenduto è riconducibile al mancato adeguamento dei beni all'asta ai valori al mercato. I piani precedenti non prevedevano mai una riduzione del prezzo base d’asta mentre  la modifica apportata al Regolamento dall’attuale Amministrazione prevede che a ogni tentativo inevaso si procede a una riduzione del prezzo"


Regolamento Agri Marmiferi: i rilievi della Regione e la difesa dell'Amministrazione
Regione Toscana evidenzia "profili di non coerenza" con la LRT n° 35/2015 e l'Amministrazione risponde con la nota che segue che riportiamo integralmente:

La Regione Toscana con nota pec n° 9696 del 10/02/2021 ha comunicato al Comune di Massa, in ordine al proprio Regolamento comunale degli agri marmiferi, di aver osservato che parte degli articoli 6, 18, 23, dello stesso, presentano potenziali elementi di discordanza con la LR n°35/2015.
La cosa non sorprende e non giunge neppure inaspettata. Da tempo pervenivano segnali di un certo via vai in Regione da parte di esponenti locali del PD volti a sollecitare questo intervento.
Esaminato, peraltro, il legittimo contributo pervenuto, l’Amministrazione ha provveduto, nei tempi richiesti, a far prevenire motivato parere con il quale, in estrema sintesi, ribadisce la correttezza delle disposizioni contenute nel proprio Regolamento approvato nel dicembre dello scorso anno.
Ma vediamo i singoli aspetti.
Quanto all’art. 6 comma 9 del Regolamento, il Comune di Massa ha precisato di aver inteso regolamentare la percentuale minima del materiale che deve essere lavorato nel sistema produttivo della filiera locale con approvazione di una convenzione. La LR n°35/2015, all’articolo n°38 ai commi 5, 6 e 6 bis, stabilisce una percentuale minima del materiale che deve essere lavorato nel sistema produttivo della filiera locale nel valore del 50%. Al comma 6 bis dell’art. 38, stabilisce che “al raggiungimento della percentuale di cui ai comma 5 e 6 contribuiscono anche i materiali derivati ”.
Ai commi 5 e 6 dell’art. 38, si riporta che “alla lavorazione nel sistema produttivo locale sia utilizzato almeno il 50 per cento del materiale da taglio”. Orbene, con il combinato disposto dei commi 5, 6 e 6 bis, tale percentuale del 50% di materiale da lavorare nel sistema della filiera corta, si compone pertanto di due fattori, ossia da: materiale da taglio e da materiali derivati, senza però che venga stabilito con quali percentuali siano presenti i due materiali per raggiungere complessivamente la percentuale del 50 per cento. Il Comune di Massa ha pertanto, con propria specificità regolamentare, stabilito la percentuale di “quanto” materiale da taglio estratto debba contribuire al raggiungimento del 50%.
La Regione Toscana, inoltre, in relazione all’art. 18 del Regolamento ha rilevato la necessità di sostituire le parole “derivati dei materiali da taglio, o sottoprodotti” (presenti al primo comma dell’art.18) con “scarti derivanti dall’estrazione dei materiali ornamentali, non commercializzabili”.
Il Comune di Massa, invece, ha ritenuto necessario specificare, al primo comma, come i materiali “derivati” e “sottoprodotti” possono essere considerati tali solo se stoccati in aree idonee e temporanee, così come individuate nelle autorizzazioni dei piani di coltivazione autorizzati, per distinguerli dai successivi materiali di scarto.
Le ulteriori osservazioni della Regione Toscana si riferiscono all’art 23 commi 1-2-3 (Disposizione transitorie).
Il Comune di Massa con l’art. 23 ha inteso regolamentare quelle situazioni presenti e che in maniera transitoria andranno poi a scomparire. Nello specifico, la quasi totalità delle concessioni esistenti presenti nel Comune di Massa, sono state concesse ai sensi del Corpo normativo Estense. Per altro verso, il soggetto concessionario esistente, qualora presenti domanda di lavorazione in “filiera locale”, per ottenere la possibilità di prorogare la propria concessione fino ad un massimo complessivo di 25 anni, non avendo mai coltivato la cava in oggetto, in quanto, fino ad oggi soggetto diverso da quello autorizzato, dovrà dimostrare di avere esercitato comunque attività estrattiva di cava quale requisito per ottenere la proroga della concessione e quindi richiedere una nuova autorizzazione.
Spetterà, naturalmente, ai competenti uffici regionali verificare se questi chiarimenti siano sufficienti e idonei a sgombrare il campo da possibili difformità del Regolamento Agri Marmiferi di Massa rispetto alla L.R.T. 35/2015.
Valuteremo, dunque, con serietà e rispetto verso la Regione, quanto verrà comunicato all’esito di questo confronto, come spesso avviene in contesti analoghi, ed adotteremo le opportune e conseguenti decisioni.
Ci si permetta, però, di sottolineare come faccia specie che le critiche, a livello locale, giungano proprio da coloro che avrebbero dovuto approvare il Regolamento e non lo hanno fatto; da coloro che dovrebbero tutelare l’economia del territorio e invece la combattono; da coloro che tutelano l’ambiente a parole, ma in realtà non hanno mai applicato la giusta tassazione; insomma da coloro che si lamentano di essere accusati di non conoscere le leggi, ma esultano per la “bocciatura” degli altri.
Ebbene, comunque vada, si mettano l’anima in pace: nessuna bocciatura, poiché l’impianto complessivo del regolamento resta valido ed efficace
.


Prosegue l’attività del Tape per la ricerca dei fondi europei e il rilancio dell’economia apuana
L’amministrazione  promuove la sinergia territoriale per attirare risorse economiche con la partecipazione a bandi comunitari.
"Ho letto con molta attenzione l'appello dei sindacati ed è mia intenzione convocare ad un tavolo istituzioni, associazioni sindacali e datoriali per intraprendere in maniera unitaria un percorso che ci porti ad essere uniti e compatti per cercare di dare una svolta occupazionale al nostro territorio”, dichiara il sindaco Francesco Persiani  alla stampa.
È innegabile  - continua - che la situazione economica già non rosea un anno fa,  con la pandemia è oggi ancora più critica. Nella speranza che il Governo ripensi a misure che tutelino lavoro e lavoratori credo sia necessario mettere in piedi una Cabina di Regia con al centro il lavoro e le sue prospettive".
Il vicesindaco Andrea Cella, aggiunge “Sindacati e Confindustria hanno espresso rinnovata volontà di cooperazione per il rilancio economico ed occupazionale della provincia di Massa Carrara. Ricordo in merito il buon lavoro finora svolto dal Tavolo Apuano delle Politiche Europee (T.A.P.E.), costituito nel gennaio 2020 che ha come obiettivo l’accesso ai fondi europei, favorendo la sinergia tra le istituzioni locali. Il Tavolo, voluto fortemente dall’Amministrazione Persiani, è stato sposato immediatamente dalla Camera di Commercio che ricopre anche il ruolo di autorità referente. Ha avuto adesione in fase costitutiva dal comune di Montignoso e successivamente si sono aggregati il Consorzio ZIA ed anche il comune di Carrara. Il tavolo è operativo, ci riuniamo per decidere quali linee di finanziamento possono interessare al nostro territorio, tenendo conto anche della nostra capacità in termini di risorse umane da dedicare ai progetti. Se la linea di finanziamento è ritenuta di interesse per il T.A.P.E., i partecipanti si attivano in sinergia per elaborare proposte progettuali incisive; ha già avuto i suoi primi successi, come la partecipazione vincente al recente bando emanato dal Parco Regionale delle Alpi Apuane, con la concessione di finanziamenti per interventi manutentivi sul patrimonio storico-culturale. Un’altra partecipazione importante è quella al bando ANCI “Fermenti in comune” che ci vede protagonisti di una progettualità per facilitare la creazione di nuova impresa per soggetti giovani, con la previsione di attività di assistenza e tutoraggio. Abbiamo chiamato il progetto “Waypoint: disegnare la rotta”: vede la collaborazione dell’Associazione Spin8, il comune di Massa come capofila e la partecipazione dei comuni di Carrara, Montignoso, la Camera di Commercio, il Consorzio ZIA e Sviluppo Toscana, società in house di Regione Toscana. Il progetto è attualmente in fase di valutazione e potrebbe portare un finanziamento di 120mila euro al nostro territorio. Ritengo fondamentale la collaborazione e per questo lancio a mia volta l’invito a Sindacati e Confindustria di valutare la partecipare al tavolo: il TAPE rimane aperto a tutti i soggetti che possono richiedere la partecipazione formulando semplice domanda all’autorità referente. Trattandosi di un tavolo operativo, è semplicemente richiesta la messa a disposizione di personale qualificato per poter supportare e collaborare alla stesura e presentazione di progettualità in grado di vincere contributi importanti; sarà importante rafforzare il più possibile il tavolo anche in vista della nuova programmazione europea e all’arrivo delle risorse del recovery fund”.


Arbolia - Nuove aree boscate per l’abbattimento di Co2 e la lotta ai cambiamenti climatici.
L’Amministrazione firma un protocollo di intesa con la società benefit Arbolia per azioni di rimboschimento

Creare nuove aree verdi nei territori contribuendo al miglioramento della qualità dell’aria e alla lotta ai cambiamenti climatici è la mission di Arbolia condivisa dal Comune attraverso un protocollo di intesa approvato dalla Giunta.
Arbolia è una società benefit creata su iniziativa di Snam spa e Cassa depositi e prestiti per realizzare iniziative di riqualificazione attraverso la piantumazione di migliaia di alberi a beneficio della comunità locale. Una proposta accolta dall'Aministrazione con l'avvio del percorso che porterà al rimboschimento di una o più zone del territorio.
Il progetto si inserisce nel quadro di una politica di sostenibilità e nel perseguimento di iniziative concrete per la transizione energetica con un focus primario alla decarbonizzazione e alla riduzione delle emissioni.
Gruppi di lavoro valuteranno le attività di programmazione, analisi e sviluppo delle iniziative e identificheranno le aree, urbane o periurbane, da circa due ettari e  le essenze migliori da inserire nel contesto ambientale e paesaggistico. Il Comune, oltre a mettere a disposizione i terreni, garantirà la manutenzione del bosco al termine del periodo di convenzione e gestirà l’area nel rispetto del regolamento forestale.
Arbolia progetterà e realizzerà iniziative di imboschimento e rimboschimento, anche attraverso il coinvolgimento di finanziatori, e si assumerà gli obblighi di cura e manutenzione degli alberi per i primi due anni.
Spiega l’assessore all’Ambiente Paolo Balloni:Ci siamo adoperati avendo chiare le potenzialità della proposta ed essendo impegnati anche in altre iniziative finalizzate all’incremento aree verdi sul territorio. L’abbattimento di co2, il miglioramento della qualità dell’aria, la promozione della biodiversità ci hanno convinto che Arbolia potesse radicarsi anche nella nostra città. Con la firma della convenzione inizia il percorso che porterà i gruppi di lavoro all’individuazione di una o più aree idonee al rimboschimento”.


Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare” (PINQuA)
Il sindaco Francesco Persiani annuncia con una nota stampa l’adesione al “Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell’Abitare” (PINQuA) le cui finalità sono: ridurre il disagio abitativo e insediativo con particolare riferimento alle periferie, incrementare la qualità dell'abitare, attuare processi di rigenerazione urbana e rispondere ai bisogni della comunità anche alla luce delle conseguenze dell’attuale pandemia che ha imposto un ripensamento degli stili di vita, dell'uso degli spazi e e di vivere la socialità.
La Giunta ha approvato la delibera per definire le idee ed il gruppo di lavoro intersettoriale che predisporrà i progetti da presentare al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ed è stato pubblicato l’avviso di  manifestazione di interesse (scaduto il 22 febbraio)  per la costituzione di un partenariato pubblico-privato. Il Programma, ammette a finanziamento interventi di rifunzionalizzazione di spazi ed immobili pubblici non utilizzati, dismessi e degradati.
L’Amministrazione ha individuato due proposte progettuali relative all’ambito di Casette - ex Filanda di Forno e al complesso della ex Colonia Ugo Pisa.
Il primo prevede la realizzazione di un piano di recupero urbano della frazione di Casette con la creazione di alloggi di edilizia sociale per giovani coppie ed esperienze di co-housing con l’obiettivo di riqualificare la montagna e combattere lo spopolamento del paese.
Per quanto riguarda la Filanda di Forno l’intento  è creare spazi culturali, ricreativi, di aggregazione inclusiva anche con musei o aree espositive. 
Spazi culturali ed un polo di formazione di alto livello oltre ad aree espositive attinenti alle caratteristiche marine è l’idea per una parte della ex colonia Ugo Pisa. L’attuale struttura è abbandonata e fatiscente ed è fortemente sottoutilizzata rispetto alle sue potenzialità. Con una riqualificazione ed il recupero degli immobili potrebbe essere implementato il progetto “Dopo di Noi”, sperimentate soluzioni di co-housing sociale, student house, mobilità sostenibile, efficientamento energetico oltre alla realizzazione di spazi culturali e ricreativi e di aggregazione inclusiva ed alla riqualificazione del campo da baseball e di strutture per la pratica sportiva.


Finanziato il  progetto di riqualificazione del sentiero montano di Via delle Fonti
Il progetto dei comuni di Massa e Montignoso per riqualificare il sentiero de "La via delle Fonti" sul monte Belvedere da un' idea dell’associazione West Coast Trails si aggiudica il co-finanziamento del Parco delle Apuane che destinerà per la sua realizzazione 8.880 euro a Massa e 7000 euro a Montignoso.
Programmazione, sviluppo di sinergie territoriali, ricerca finanziamenti,  le parole chiave della politica turistica dell’assessorato guidato dal vicesindaco Andrea Cella, danno così buoni frutti . Oltre alla fruttuosa collaborazione fra i tre comuni di Costa  istituzionalizzata nell’Ambito Turistico Riviera Apuana un altro successo premia la  capacità di fare squadra e lavorare insieme su un obiettivo comune.
 "Il progetto della Via delle Fonti  - spiega il Vicesindaco Andrea Cella - è un altro successo della collaborazione nata con il Tavolo Apuano delle Politiche Europee. In questo caso la collaborazione è stata fra enti pubblici ed associazioni, al fine di presentare un progetto di riqualifica turistico-culturale di un sentiero sul monte Belvedere, tra Massa e Montignoso. Per questo successo ringrazio l'ufficio Politiche comunitarie del comune di Massa e l'Associazione West Coast  Trails che l’ha proposto. La soddisfazione è doppia  - aggiunge Cella - in quanto è stato finanziato dal Parco anche un altro progetto presentato dall’associazione Acquilegia con il contributo del CAI Massa. Si tratta di  risorse importantissime per salvaguardare i nostri splendidi tracciati montani e contribuiranno a diversificare la nostra offerta turistica che potrà avere il rilancio tanto atteso, anche tramite tali progetti."


Un nuovo gioco sport” nelle scuole primarie e dell’infanzia grazie alla sinergia tra l'Amministrazione e il  Coni
Si rinnova  per questo anno scolastico il progetto “Un nuovo giocosport” grazie al quale l’amministrazione in sinergia con il Coni di Massa Carrara garantisce l’attività motoria nelle scuole primarie e nelle scuole dell’infanzia.
La proposta era già stata migliorata e potenziata nell’anno scolastico 2019-2020 quando si andò ad integrare con altre due progettualità: “Sport e scuola compagni di banco”, finanziato dalla Regione Toscana e riservato alle classi prime e seconde della primaria, e “Sport di classe” di Miur e Coni per gli alunni delle classi quarte e quinte.
Sospeso quest’ultimo, Comune  e Coni hanno collaborato per far sì che con “Giocosport” si potesse sopperire a questa mancanza e quindi assicurare il proseguo delle lezioni di motoria per i bambini delle primarie.
Con la conferma del progetto, rispondiamo alle esigenze della scuola, ma soprattutto a quelle dei bambini e delle loro famiglie” spiega l’assessore con delega allo Sport Paolo Balloni. “In questo periodo di pandemia  - continua l'assessore - le associazioni sportive sono impossibilitate a lavorare e molti ragazzi non svolgono alcuna attività. In questo contesto “Giocosport” assume maggiormente importanza se si considera che l’esercizio fisico, in età evolutiva, ha un ruolo prioritario per la salute del bambino oltre a promuovere coretti stili di vita. Inoltre, è un’opportunità per gli educatori sportivi o laureati in scienze motorie che, sulla base di una graduatoria pubblica, possono svolgere lezioni nelle scuole primarie”.
L’amministrazione comunale con lo stanziamento di 15 mila euro dal proprio bilancio, coprirà il costo di circa 1000 ore di lezione nel periodo da marzo a giugno consentendo ai bambini di poter continuare a praticare movimento ludico-sportivo tanto importante a quell’età. Gli alunni possono vivere un percorso educativo capace di soddisfare le loro necessità e dando loro gli stimoli adeguati per quanto riguarda il linguaggio del corpo e la motricità.


La stagione teatrale dedicata alle scolaresche si traferisce online
Spettacoli, laboratori e incontri online per le scuole. Quest'anno si trasferisce on line la consueta programmazione teatrale destinata alle scuole che nasce dalla collaborazione tra l’Amministrazione comunale e la Fondazione Toscana Spettacolo onlus.
Un nuovo calendario di proposte pensate per il digitale arricchisce così la programmazione del Teatro dei Servi con appuntamenti riservati ai bambini e ai ragazzi delle primarie e delle secondarie di primo e secondo grado.
Un impegno, quello volto alla formazione di bambini e ragazzi, che il Comune tramite l'assessorato all'Istruzione e Cultura di Nadia Marnica e Fondazione Toscana Spettacolo rinnovano anche per il 2021 nonostante le limitazioni dovute alla pandemia da Covid-19.
Dal momento che  non sarà possibile accogliere gli studenti a teatro – dichiara l’assessore Nadia Marnica - abbiamo pensato di portare il teatro a scuola, proponendo una rassegna digitale di spettacoli e laboratori per bambini e ragazzi. Si tratta di spettacoli e laboratori pensati per mantenere vivo il rapporto tra pubblico e teatro con un’offerta culturale di qualità, adatta anche alla fruizione a distanza. Alcuni spettacoli saranno trasmessi in diretta dal Teatro dei Servi, altri invece, saranno a disposizione on demand e saranno accompagnati da un incontro con gli autori/attori, in modo da mantenere un contatto ed uno scambio tra artisti e spettatori, pur nel rispetto delle disposizioni volte a contrastare la diffusione della pandemia Covid-19. Capendo bene le diverse difficoltà che le istituzioni scolastiche, gli alunni e le famiglie stanno affrontando in questo momento delicato, abbiamo deciso di investire ancora di più nella cultura, nella scuola e nel futuro degli alunni, organizzando la rassegna ad ingresso gratuito.
Programmazione, titoli e orari degli spettacoli sul sito del Comune.


Pago parcheggio facile con l'app "PayByPhone"
Si chiama PayByPhone la nuova applicazione per il pagamento digitale dei parcheggi sulle strisce blu di Massa.
L'applicazione, già disponibile su sistemi Android e IOs, grazie all'accordo siglato da PayByPhone Italia-Gruppo Volkswagen con il Comune faciliterà il pagamento del parcheggio sulle strisce blu della città.
Semplice, sicura e conveniente, l'App consente di pagare il parcheggio nelle strisce blu della città attraverso lo smartphone,  senza bisogno di contanti e secondo l'effettiva durata della sosta. Usare PayByPhone è facile e veloce: scaricata la App, dopo la registrazione, si avvierà la sessione di parcheggio per far riconoscere la sosta dal sistema. Il pagamento si può fare con carta di credito, Paypal o SEPA (Single Euro Payments Area)
Con un click sul telefono sarà possibile pagare per i minuti effettivi di parcheggio grazie al sistema Start & Stop.
PayByPhone permette inoltre di visualizzare i parcheggi più vicini al punto in cui ci si trova e, se si ha poca familiarità con la città, è possibile anche salvare la posizione della propria auto per ritrovarla più facilmente.
Abbiamo voluto integrare il servizio PayByPhone anche nella nostra città - dichiaira l'assessore all'Innovazione Tecnologica Paolo Balloni - per rendere più facile, sicuro ed economico il pagamento della sosta ai cittadini ed anche per la particolare funzionalità offerta “Trova il parcheggio più vicino” che consente di raggiungere aree in cui sarà più probabile trovare parcheggio risparmiando tempo e tutelando l'ambiente, dal momento che ben il 30% dell'inquinamento da auto nelle nostre città deriva dalla ricerca di spazi liberi per la sosta


Volontari al lavoro per la pulizia dell'arenile
L’Amministrazione ha concesso il Patrocinio e l’uso del Logo comunale all’iniziativa di sensibilizzazione sulle tematiche ambientali promossa dalle associazioni di sport del mare “Vertigo Apuan Sailing e Apua Surf Crew .
Attraverso l’assessorato all’Ambiente e allo Sport di Paolo Balloni con delibera n.24 del 28 gennaio scorso, la Giunta ha sposato la proposta delle due associazioni rappresentante legalmente da  Francesca Galeazzi  e Alexandre Biondo  per l’organizzazione congiunta di una manifestazione di volontariato ambientale intitolata “Pulizia degli arenili comunali non attrezzati” che mira alla sensibilizzazione della cittadinanza sulla corretta gestione dei rifiuti sul territorio e in particolare alla tutela delle spiagge
La manifestazione si è svolta in due successive giornate il 6 e il 20 febbraio nella zona lato mare di piazza Bad Kissingen.




ISTITUZIONALE  - AVVISI - MANITESTAZIONI D'INTERESSE

Consigli comunali e commissioni restano in videconferenza
Il  presidente del Consiglio Stefano Benedetti ha firmato il 13 ottobre scorso un provvedimento  che proroga le misure di sicurezza e prevenzione adottate per ridurre il rischio contagio da Coronavirus. 
L'atto del Presidente fa perno sul  decreto legge del 7 ottobre 2020 che proroga lo stato di emergenza sanitaria  al 31 gennaio.
Le sedute di  Consiglio e le riunioni delle  Commissioni possono essere seguite in streaming al seguente indirizzo web: http://consigli.cloud/massa/Live.aspx
Sul sito del Comune è possibile consultare il calendario delle convocazioni del Consiglio con i relativi Ordini del giorno e le riunioni delle Commissioni


Seduta solenne in videoconferenza del Consiglio comunale per il  "Giorno del Ricordo "
Il Giorno del ricordo quale solennità civile nazionale da celebrare il 10 febbraio di ogni anno per commemorare le vittime dei massacri delle foibe e dell’esodo giuliano-dalmata è stato istituito con legge n.92 del 2004.
Citando la legge “La Repubblica riconosce il 10 febbraio quale "Giorno del ricordo" al fine di conservare e rinnovare la memoria della tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell'esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale. Nella giornata [...] sono previste iniziative per diffondere la conoscenza dei tragici eventi presso i giovani delle scuole di ogni ordine e grado. È altresì favorita, da parte di istituzioni ed enti, la realizzazione di studi, convegni, incontri e dibattiti in modo da conservare la memoria di quelle vicende”
La ricorrenza è stata celebrata con un Consiglio comunale aperto convocato in videoconferenza per  mercoledì 10 febbraio a partire dalle ore 10.
Ai saluti del presidente del Consiglio comunale  Stefano Benedetti, del sindaco Francesco Persiani, del presidente della Provincia Gianni Lorenzetti, del presidente associazione Assoarma Silvio Belatti, della presidente ANPI Massa Elena Emma Cordoni, della consigliera del direttivo dell'associazione FIVL Stefania Della Bona e del presidente dell'associazione ANVGD Sergio Tabanelli è seguito un intervallo musicale con l'esecuzione da parte della musicista Elena Cirillo deIl'Inno degli esuli Va Pensiero.
Dopo le testimonianze delle signore Luciana Calochira e Rita Maraschin, il signor Francesco Ostrogovich ha letto un brano in dialetto istriano quindi sono intervenuti il presidente associazione Italia-Israele Adelino Frulletti e del professor Giuseppe Parlato poi la trasmissione di un filmato storico.
A seguire gli iterventi degli scrittori Marco Vichi e Leonardo Gori, degli studenti delle medie Don Milani e Bertagnini e, in chiusura, l'esecuzione del brano "Le ragazze di Trieste" ad opera della musicista Cirillo.


Adesione giornata delle malattie rare
Domenica 28 febbraio ricorre la XIV Giornata mondiale delle malattie rare (Rare Disease Day 2021), un’occasione per richiamare l’attenzione della cittadinanza su questa priorità della sanità pubblica, affinché sia garantito un accesso equo alla diagnosi, al trattamento e alle cure.
L’Amministrazione comunale, attraverso l’assessorato al Sociale di Amelia Zanti, aderisce alla campagna di sensibilizzazione intitolata "La Toscana si illumina per le Rare” promossa dal Forum della Associazioni Toscane per le Malattie Rare col Patrocinio della Regione e di Anci accendendo la monumentale scultura di Pino Castagna di  piazza Bad Kissingen
Oltre ad un convegno regionale con la partecipazione di sanitari e politici da tutta la Toscana, fra le altre iniziative programmate attorno al 28 febbraio,  c’è appunto l’illuminazione nei colori simbolo della giornata: il verde, il blu e magenta; di uno o più monumenti rappresentativi delle città aderenti all’iniziativa come segno di solidarietà verso i malati rari e per sensibilizzare la popolazione sull'importanza della ricerca scientifica per il miglioramento dei sistemi di diagnosi e cura.
In Italia, spiega il portale del ministero della Salute, si stima che siano circa un milione e 200mila le persone con malattia rara e quasi 8mila le patologie al momento conosciute. Di queste solo 300 hanno una terapia.
Per questo è importante sostenere e veicolare la campagna di sensibilizzazione che mira ad unire tutti gli attori del sistema malattie rare italiano per proseguire insieme sul cammino per il miglioramento della qualità di vita di pazienti, famiglie e dell'assistenza.


Cercansi candidati per la nomina a Garante delle persone con disabilità - Domande entro il 26 marzo 2021
Il Garante, figura monocratica istituita con delibera consiliare nel settembre 2020, è nominato dal Consiglio comunale.
Opera in autonomia politica ed amministrativa a tutela e salvaguarda dei diritti delle persone con disabilità e ne promuove l'inclusione sociale. Si occupa del buon funzionamento dei servizi di pubblica utilità di competenza del Comune .
Il mandato è di tre anni, rinnovabile una sola volta
Documentazione e modalità per la domanda sul sito del Comune


Mensa e scuolabus: iscrizioni aperte
Fino al 30 giugno è possibile effettuare on line l'iscrizione al servizio mensa e trasporto scolastico (tramite scuolabus) per l'anno 2021/2022.
I servizi sono destinati ai bambini iscritti al primo anno della scuola dell'infanzia, della primaria e secondaria di 1° grado nel caso della mensa e ai bambini iscritti al primo anno della scuola dell'infanzia e della primaria nel caso dello scuolabus.
Le iscrizioni sono possibili solo attraverso il portale  "Servizi on line" del sito istituzionale accedendo alla sezione "servizi a domanda individuale"